Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Approfondisci"

Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri - Ezra Pound

Stampa

STORIA SCONOSCIUTA: L'AFFARE BAFFI FU SCONTRO TRA POPOLO E FINANZA

Scritto da Redazione.

Paolo Baffi

 

 

 

STORIA SCONOSCIUTA: L'AFFARE BAFFI FU SCONTRO TRA POPOLO E FINANZA

"Come ci hanno impoverito e coloro che sapevano".

 

Luglio 1981, una svolta epocale per il nostro Paese.

In quella fatidica data avvenne la prima collocazione di titoli del debito pubblico italiano sotto il nuovo

regime di politica monetaria inaugurato dal “divorzio” Bankitalia/Tesoro.

Come ci ricorda l’ex direttore di Filiale di Banca d’Italia, dott. Paolo Tanga, prima di detta

riforma, ossia fino al momento in cui la guida dell’istituto era affidata al dott. Paolo Baffi:

Stampa

Mario Giordano e le "scemenze" su Auriti

Scritto da Redazione.

Mario Giordano scemenze

 
di Redazione 25/05/2016

Tutto è partito da una risposta in data 11 maggio 2016 del direttore di Libero Mario Giordano ad una lettera rivoltagli dal sig. Lino Basciani, amico di Auriti, il quale faceva presente l'importanza di avere la proprietà popolare della moneta per non soccombere ciclicamente nelle crisi monetarie pianificate a tavolino.

 

Stampa

L'assurdità del cambio fisso

Scritto da Redazione.

cambio fisso

 

di Massimiliano Scorrano (23/05/2016)

Come ti cambio il cambio

Diceva il prof. Giacinto Auriti che la moneta è misura del valore e valore della misura. Lo abbiamo ascoltato spesso dire questa frase nelle sue numerose trasmissioni televisive (1) ma soprattutto lo abbiamo studiato sui suoi libri. E’ un concetto importante quello che ci ha rivelato con i suoi studi in oltre quaranta anni di ricerche e pubblicazioni, sino ad arrivare alla teoria del valore indotto della moneta, strumento mentale convenzionale basato sulla fiducia (2) come sostiene anche il prof. Ezio Sciarra, sociologo.