Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Approfondisci"

Stampa

Consiglio Direttivo

Scritto da Renato Critelli.

Il Consiglio Direttivo è composto da 22 (ventidue) membri tra cui il Presidente. I membri del Direttivo sono referenti per i territori in cui operano. Il Consiglio Direttivo ed il Presidente durano in carica tre anni. Tutti i consiglieri sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno:

- il Presidente: ha la rappresentanza legale dell’Associazione ed è responsabile di ogni attività dello stesso. Convoca e presiede il Consiglio Direttivo;

- Le cariche sociali sono gratuite, fatto salvo il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate, nell’interesse dell’Associazione.

Compiti del Consiglio Direttivo sono:

-  Predisporre il bilancio preventivo e consuntivo ed il rendiconto economico finanziario da sottoporre alla Assemblea dei Soci Ordinari al fine della sua approvazione;

- Redigere ed approntare il programma dell'attività socio-istituzionale dell'Associazione; - Determinare l'ammontare delle quote di associazione;

- Convocare l'Assemblea straordinaria ogni qualvolta ne sia richiesto da Soci;

-  Eseguire le delibere dell’Assemblea - deliberare circa le azioni disciplinari nei confronti dei soci - stipulare tutti gli atti e i contratti inerenti le attività sociali - curare la gestione di tutti i beni mobili ed immobili di proprietà dell’Associazione o ad esso affidati - decidere le modalità di partecipazione dell’Associazione, alle attività organizzate da altre Associazioni ed Enti, e viceversa, se compatibili con i principi ispiratori del presente Statuto.

Il Consiglio Direttivo può riunirsi una volta al mese, in un giorno prestabilito senza necessità di ulteriore avviso o su convocazione del Presidente. Le sedute sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei Consiglieri e le delibere sono approvate a maggioranza assoluta di voti dei presenti. Le votazioni normalmente sono palesi. Delle deliberazioni viene redatto verbale firmato dal Presidente; tale verbale è conservato agli atti. I Consiglieri sono tenuti a partecipare attivamente a tutte le riunioni, sia ordinarie che straordinarie. Il Consigliere che ingiustificatamente non si presenta a tre riunioni consecutive, decade. Decade comunque il Consigliere dopo sei mesi di assenza dai lavori del Consiglio. Il Consigliere decaduto o dimissionario è sostituito a discrezione del Consiglio.